martedì, gennaio 03, 2006

I DIECI "CONSIGLI PER GLI ACQUISTI"

Quest'anno é stato un'anno pieno di letture (pochi libri purtroppo) molti fumetti. Ho stilato una lista dei 10 fumetti 2005 che più mi hanno entusiasmato sia dal punto di vista grafico che dal punto di vista narrativo.
Non sono in ordine di classifica tutti sono terribilmente belli e li posiziono sulla stessa bilancia.
- Blanket di Craig Thompson edito Coconino Press- un racconto che ti porta per mano sulle corde dell'emozioni di un giovane ragazzo delle "borgate" americane. Le sue emozioni, i suoi lamenti, le sue gioie. da leggere tutto d'un fiato
- Appunti per una storia di guerra di Gipi, edito coconino Press- Un'affresco acido di una toscana immaginaria tormentata da una guerra e dalle sue conseguenze.
- XIII di Van Hamme - Vance edito DARGAUD-LOMBARD - Una storia rapida, attivissima e intrigantissima. Moltissimi colpi di scena raccontano la ricerca della personalità di un uomo che nulla sa di se, tranne quella di avere un numero (appunto XIII) tatuato sulla scapola sinistra.
- Ultimates di Millar e Hitch edito Panini Comics- Una saga che stravolge i personaggi più importanti della Marvel. Un'introspezione più forte sui personaggi che non combattono più con cazzotti e scudi ma che lottano anche contro se stessi, con le loro paure e le loro patologie pscichiche.
-Gotham Central di Rucka e autori vari edito Play Press- la centrale di polizia di Gotham ha a che fare con i super criminali arcinemici di batman, ma stavolta sono i poliziotti a vedersela con il "male" Batman arriva tardi, alle volte non cé neppure.
-Persepolis di Satrapi Panini Comics (classici repubblica)- Un segno semplice uniforme con molti neri che inondano un racconto amarissimo autobiografico dell'autrice Iraniana. Un fumetto da porre sulla libreria accanto a Maus di Spiegelman e Palestina di joe Sacco.
-100 Anime di Crippa, Buscaglia, Tenderini edito dalla BD (Delcourt) - Un racconto carico di atmosfere, una regia meravigliosa che ti accompagna in un racconto da risvolti esoterici e onirici. Il segno e il colore si fondono a comporre un' opera intrigante e ricca di colpi di scena.
- Debbie Dillinger di Calvaruso, Rizzo, Scalmani, Tomasi edito Tomasi ed.- La più bella autoproduzione del 2005. Debbie é Un omaggio alle strisce noir pubblicate sui quotidiani americani negli anni 30, riproposte in chiave assolutamente moderna, editandole in rete sul comicus.it e poi su carta in formato orizzontale. Una storia noir vecchio stile disegnata con eleganza.
-Il Terremoto del Friuli di Cossi edito Beccogiallo- Una storia di cronaca nera che descrive il tragico avvenimento di un pezzo di storia terribile accaduta anni fa nel Friuli, che portò la morte di migliaia di persone. Un' avventura forte intrapresa dalla casa editrice che crede sulle potenzialità del fumetto e sulla sua forza narrativa. Una scommessa che merita di essere supportata, perché vincente.
-Napoleone edito Sergio Bonelli Editore- L'intera saga dell'albergatore svizzero di origini africane é entrata nella cerchia dei miei fumetti preferiti. Le storie sono sempre colte e ben intrecciate. Gli autori della serie da Ambrosini a Bacilieri, passando per Mammucari e Ornigotti danno a Napoleone la giusta struttura grafica oscillante tra il noir e l'onirico.

2 commenti:

Marco Rizzo ha detto...

compare, troppo buono!

fracartina ha detto...

Vorrei aggiungere alla lista, se permetti, Chosen di Mark Millar. un pò meno intellettuale di appunti per una storia di guerra o Persepolis. un pò meno di denuncia di "il terremoto del friuli" ma una lettura imperdibile. per chi ama il divertimento, puro e caustico, ma non ha troppi pudori religiosi.
lo consglio veramente.
ciao
Fracartina