lunedì, novembre 03, 2008

ALTRO CHE DURACEL...


Mi sento come Gene Wilder in frankenstein junior. Carico d'energia da mettere su carta. Lucca è così ogni anno. Tre giorni di puro cazzeggio e di chiacchere con amici che riesco a vedere (purtroppo) soltanto durante le fiere.
Il Premio Gran Guinigi ha finalmente dato al Diegone Nazionale il premio che meritava da troppo tempo, Grande Diè. In fiera ha piovuto fino a Venerdì insistentemente e fastidiosamente. Sabato siamo stati risparmiati. La presentazione è andata bene, poca gente ma buona. Gli incontri con gli editor hanno dato riscontri positivi, e questo è un bene.
Dopo tanti anni ho rivisto una persona e ne sono strafelice, spero di rivederla presto.
Ho preso un bel pò di fumetti e ne parlerò presto.
Ho conosciuto Alex e avrei voluto parlare un pò di più con lui, ma capiterà magari ad Angouleme, un bel pranzo con Emo, Manlio e Giovanni, una bella chiaccherata con Paco Roca e della sua Valencia dove ho vissuto anni addietro. Ho conosciuto il maestro Prado (che emozione) e al volo ho dato un volto ad Andrea Gabaldi (Ciao Andrè). Un piacere rivedere Maurizio (Di Vincenzo), Andrea (Accardi) Luca (Enoch) e mille altri che probabilmente dimentico e quindi chiedo scusa.
Intanto si torna al tavolo da disegno, carico...Si..Può...Fareeee!!!

4 commenti: