martedì, settembre 23, 2008

PROGETTI DAL PASSATO


Prima di pubblicare Brancaccio con Casterman, quest'ultima mi aveva già messo alla prova su altri progetti. Storie un pò più "commerciali", ma io ci andavo a nozze ugualmente.
Scartabellando nell'archivio trovo questo: "Homme Objet" e dentro un botto di documentazione e due tavole.Cazzo, l'avevo quasi dimenticata. Studi, schizzi di ambienti, foto di moto e paesaggi deserti.
Per ragioni di collana e di "pubblico",mi fu richiesta una inchiostrazione molto pulita. Niente neri, tranne per il necessario.Non mettere i neri per me è quasi come trombare mentre dormo. Malgrado tutto, comunque il lavoro è lavoro e diedi il massimo.
La prova piacque molto all'editore e all'editor che stavano già preparando il contratto per una seria di tre Tomi, ma tutto venne congelato, perchè lo sceneggiatore ebbe a ridire con l'editor su certe scelte non concesse.Cercarono degli accordi, ma lo sceneggiatore era "molto pretenzioso" e non trovarono un punto in comune.
Purtroppo molti autori sanno che quando un progetto si "congela", resta congelato per sempre... così le posto qui. Almeno qualcuno può vederle.

12 commenti:

Vittorio ha detto...

Molto belli.
Per certi aspetti mi piaci di più con questa linea chiara che con tutti i tuoi soliti neri (comunque sempere belli).
Io non riuscirei mai a usare il nero come fai tu. :)

Vittorio.

Vittorio ha detto...

Rileggendo quello che ho scritto suona un po' ambiguo.

Vittorio.

foolys ha detto...

ma come! non riesci a trombare mentre dormi???? :D

CirOlmo ha detto...

Avevo già visto tempofa altri lavori con questo tuo "vecchio" stile, sono bellissimi, ma adesso non so' perchè le cse che fai ora sembra che siano molto più personali... non lo so', ma quando hai deciso di rivoluzionare letteralmente il tuo stile scoprendo chi sei veramente sarà stata una grande emozione per te conoscendoti :)

nerosubianco ha detto...

@Vittorio:tranquillo, ho capito! : )
@Sergio: in realtà non ci ho mai provato mmmh....
@Ciro:thank's....

Lelio Bonaccorso ha detto...

per me eri e rimani cmq scarso..!:)
Ma non è vero bravo seiiii..ti potrei offrire una pizza per questa compare ehe eheh!
non sembri nemmeno tu e me le ricordavo poco, ma sono belle davvero..;)

Anonimo ha detto...

Cla, ascolta il vecchio saggio: molto meglio quando disegni "nervoso" ed "esistenziale". Il segno pulito, la linea chiara lasciala agli artigiani (per i quali nutro enorme rispetto). Tu sei un artista che sta cercando (e trovando, direi) la propria cifra. Lontana dalla serialità. Trombare mentre si dorme non è difficilissimo.
gianni

nerosubianco ha detto...

State tranquilli, sono solo lavori che risalgono a tre anni fa.
Io sono quello che sono... un segno sporco, una linea nervosa e tanta gente cattiva da raccontare...

GiuliA ha detto...

che meraviglia *_*
concordo con i discorsi qui sopra (quantunque deduca che sarei solo un'artigiana e non un'artista), ma bisogna riconoscere che rendi benissimo pure senza i neri

GiuliA ^,^

nerosubianco ha detto...

c'è un però che bisogna tenere conto:
"saddà campà" quindi qualsiasi lavoro capiti, l'importante è farlo con dignità e professionalità...
io almeno la vedo così.
Poi ci si diverte di più con certe cose rispetto che con altre....ma questa è un'altra cosa.

michele petrucci ha detto...

Claudio, come direbbe Cammo, quelle matite spaccano!
Michele

Anonimo ha detto...

good start