venerdì, maggio 27, 2011

CARICHE IN PIAZZA

Questa mattina accendo il computer e mi arriva questa mail:
"nos estan cargando a todos, los Mossos pegan y disparan"*
"Ci stanno caricando, la polizia ci picchia e spara"
Qualche minuto dopo mi arrivano altre mail di amici in piazza che raccontano di veri e propri attacchi da parte delle forze armate a persone che stavano dormendo in piazza nella pacifica protesta che da giorni portano avanti.
Sono stati cacciati via, pesantemente. Più di 100 persone sono state selvaggiamente picchiate e molti di loro sono ancora in ospedale. Una pagina buia per Barcellona che arriva soltanto qualche giorno dopo le elezioni del sindaco. Guarda caso la nuova giunta capolista (il CIU) aveva come obiettivo principale il rafforzamento della polizia e il controllo dell'ordine pubblico. Una bella inaugurazione per il nuovo sindaco che ha fatto una scelta sbagliatissima portando la lotta in piazza perché questo pomeriggio, soltanto qualche ora dopo lo sgombro, in piazza sono arrivati tantissimi cittadini (molti più di prima)e hanno rimontato tutto quanto come prima. Solidarietà da parte della cittadinanza che hanno portato cibo e generi di prima necessità agli "indignados".
La protesta continua.
Tutti quanti gli spagnoli che si trovano nelle altre piazze, a Madrid, a Valencia, a Bilbao hanno in mano un fiore, in segno di vicinanza ai ragazzi che in Plaça Catalunya sono stati attaccati mentre protestavano pacificamente, anzi mentre dormivano nel luogo della protesta. Un fiore, perché la protesta è pacifica.
Qualche ora fa ho ricevuto un'altra mail con allegato il manifesto del Movimento 15-M.
Posto tradotto qui sotto i primi 4 punti, domani traduco gli altri 4:


1. ELIMINAZIONE DEI PRIVILEGGI DELLA CLASSE POLITICA: controllo dell'assenteismo dei politici nei loro posti di lavoro. sanzione per abbandono del posto di lavoro. soppressione dei privilieggi nella paga delle tasse,e per gli anni della pensione. equiparare il salario di un parlamentare a quello di un lavoratore medio spagnolo. Eliminazione dell'immunità . Nessuna prescrizione per le cause di corruzione. pubblicazione dei costi di tutte le spese pubbliche. Riduzione delle spese di gestione.


2. CONTRO LA DISOCCUPAZIONE: Incoraggiare il lavoratore
riducendo l'orario di lavoro e di arbitrato del lavoro per terminare la
disoccupazione strutturale
( fino a quando la disoccupazione non scenda al di sotto del 5%). Pensionamento a 65 e nessun aumento dell'età pensionabile fino a quando non finisca la disoccupazione giovanile. Bonus
per quelle imprese con meno di un 10% di lavoratori con contratto a tempo determinato. Sicurezza sul lavoro: impossibilità di licenziamenti collettivi o
ragioni oggettive da parte delle aziende che usufruiscono di benefici,
Controlli fiscali per le grandi imprese per assicurare che non coprano con
dei lavoratori temporanei quando invece dovrebbero essere fissi.
Riintegro del sussidio di 426€ per tutte le persone che hanno perso il lavoro.

3. DIRITTO ALLA CASA: Espropriazione da parte dello Stato di tutte le case costruite in stock che non si sono vendute per inserirle nel mercato in affitto a "equo canone". aiuti per gli affitti
per i giovani e tutte le persone con problemi economici. che si
consenta il pagamento in alloggi per l' annullamento dei
mutui.


4. SERVIZIO PUBBLICO DI QUALITÀ: Soppressione di spese inutili nell'Amministrazione pubblica e l'istituzione di un ente di controllo di
bilanci indipendenti sulle spese
. Contrattare personale sanitario fino a terminare con le liste di graduatoria. Contrattare
professori per garantire la giusta proporzione di alunni per aula. Riduzione dei costi d'iscrizione
all'Università. Finanziamento pubblico per la ricerca
per garantire la sua indipendenza. Trasporto pubblico economico, di
qualità ed ecologico: reintroduzione dei treni
che si stanno sostituendo all' AVE con i prezzi originari,
diminuzione dei prezzi degli abbonamenti, restrizione della circolazione delle auto nei centri urbani, costruzione di più piste ciclabili. Ricorso sociale locale: applicazione della legge d'indipendenza, rete di controlli locali municipali, servizio di tutoraggio.

3 commenti:

ketepoz ha detto...

magari!fanno uscire il marcio dell'occidente in soli 4 punti.bravi.

Anonimo ha detto...

Ben fattooooo, Claudio, buona idea. Ti ho mandato una mail in FB.

Ciaoooooooooooooo

Annamaria l'antiburro, jiji

Sir Joe ha detto...

mi piace la cittadinanza solidale con i manifestanti.
ho visto le immaggini della repressione e mi sono venuti i brividi