sabato, febbraio 06, 2010

UN SOGNO NEL CASSETTO


Il primo fumetto che ho letto è stato Diabolik, avevo sette anni, ero a letto con la febbre e mio padre mi passò questo "giornaletto". Ricordo ancora l'odore della carta e i bellissimi disegni che c'erano dentro.Poi passai ai Bonelli, poi ai supereroi infine scoprii le " Graphic Novel".
Gironzolavo tra gli scaffali di una fumetteria di Palermo e mi trovai tra le mani "Fuochi" di Lorenzo Mattotti. Fu come un cazzotto allo stomaco. Non avevo mai creduto che il fumetto potesse essere anche questo. La libertà che emergeva tra le vignette di Mattotti mi lasciò di stucco, le forme danzavano sinuosamente anche nei primi piani dei personaggi. Quella sintesi fu una guida per me.
Poi conobbi l'opera di Munoz, poi di Igort, e in seguito di tanti altri grandi autori del fumetto internazionale.
Con gli anni maturai un Sogno con la S maiuscola, quello di realizzare una (mini)serie in stile Bonelli ma con autori fuori dalla grafica bonelliana. Già John Doe alla fine della terza serie ci aveva provato e l'esperimento mi era piaciuto moltissimo.
Andiamo nello specifico.
Ipotesi Miniserie:
Ai testi metterei uno scrittore come Morozzi, già sensibile a lavorare con disegnatori più "autoriali" e poi le sue storie sono veramente belle, fresche e originali.
Poniamo che la serie fosse composta da 6 numeri da 120 pagine, e ogni autore facesse un numero diverso auto conclusivo.

La scelta degli autori sarebbe:
- Michele Petrucci -Lelio Bonaccorso -Gipi -Andrea Bruno -Bastien Vives -Claudio Stassi (è il mio sogno quindi mi ci metto dentro) : )
Copertine di Mattotti.

Ho un sogno nel cassetto, serve la chiave... chissà che un giorno non la trovi.

PS: L'immagini in alto è di Lorenzo Mattotti (Hänsel e Gretel per Orecchio Acerbo 2009)

13 commenti:

Sergio Algozzino ha detto...

e io no? sig :( buahaha

Michele Petrucci ha detto...

Sognare è gratis… c'è posto anche per Sergio! :)
Ma, senza nulla togliere al buon Morozzi… se deve essere autorale allora ognuno dovrà pensare anche ai testi (un po' come fa Bacilieri) e io Mattotti lo voglio vedere ancora su una storia, altro che copertine.
P.s.: quel disegno è fantastico!

nerosubianco ha detto...

-@Sergio fa il settimo numero, la miniserie è andata così bene che proseguirà fino al numero 12. Vediamo chi altro si può aggiungere : )
-@Michele hai ragione, ma mi piaceva l'idea di fare un progetto dalla struttura tipicamente Bonelliana ( progettazione di uno sceneggiatore e storie affidate agli autori) con un segno "differente".
Per quanto riguarda Mattotti mi inviti a nozze, anch'io vorrei vederlo su un numero : )

Sergio Algozzino ha detto...

marò :D

Bufi ha detto...

è un sogno che abbiamo in tanti...

mari ha detto...

visto che di sogni si parla... ci sono anch'io!!!!!
Mi vuoi nel tuo sogno a scatola quasi chiusa??

nerosubianco ha detto...

Mari? certo, poi se di nome fai Nicola assolutamente si. : )

Capitan Ambù ha detto...

Se la miniserie tratta la morte di un nano bastardo ci sono anche io.

nerosubianco ha detto...

@Bufi- hai ragione.
@Capitano- Non credo sarà un Horror Psiconanico : )

mari ha detto...

lo sapevo....non è un sogno è un incubo!
non sono nicola mari e tantomeno un uomo
sorry

nerosubianco ha detto...

Mi dispiace per te : )

mari ha detto...

;-D

Lelio Bonaccorso ha detto...

ciao fratello!

che onore grazie, nn avevo ancora visto:)
magari..chissa vedremo quel che sara!
t abbraccio a presto!