venerdì, febbraio 06, 2009

ANGOULEME (prima parte)-Barcellona

Non sono ancora a Palermo. Mi sono fermato qualche giorno a Marsala a casa dei genitori della mia donna. L'impatto sarebbe stato terribile (caos, traffico...) e non ho voglia di imbottirmi di valeriane e camomille dopo un Festival d'Angouleme così bello.La tranquillità dellacampagna Marsales è un ottimo filtro di transizione.
Al momento senza dubbio, è stato per me il migliore Festival, sia a livello lavorativo che a livello personale della mia vita.
Il viaggio è suddivisibile in tre tappe: Barcellona, Angouleme, Bordeaux.
La prima tappa è stata Barcellona. Un paio di giorni nella mia futura terra madre insieme a Giovanni tra passeggiate al centro storico,caffè pomeridiani con gli amici fumettari spagnoli (e gli italiani già trapiantati), l'immancabile cena da "Romescu" e poi in partenza con i ragazzi della Norma Ed. (mio editore Spagnolo) in auto fino al territorio francese. 9 ore di auto,con un tempo splendido (non c'era una nuvola neanche a pagarla), musica Jazz e un'allegra compagnia.
Ad Angouleme è ancora Barcellona a farla da padrona. Incontriamo il Direttore del "Festival del Comics di Barcellona" che ha molto amato "Brancaccio" e ci invita come OSPITI al salone del Comics di Barcellona di Maggio, svengo un paio di volte per l'emozione e la gioia prima di dire si con enfasi.Svengo una seconda volta quando so chi sarà l'altro ospite che insieme a noi siederà nella "tavola rotonda" dell'incontro col pubblico (ma al momento il nome è Top Secret non posso dirlo, sorry).
Il giorno stesso incontriamo un giornalista de "El Pais" GUILLERMO ALTARES che intervista me e Giovanni in un bar della cittadina francese. E' la prima volta che faccio un intervista in spagnolo, Giovanni mi dice che me la sono cavata bene. Un paio di giorni dopo esce il pezzo sul quotidiano Nazionale e in rete, lo trovate QUI appena torno a Palermo faccio la scansione del giornale e la posto.Inoltre,ieri rete2 (la corrispettiva della nostra RAI) ha intervistato Giovanni in uno speciale per il TG. Insomma, la Spagna ha allargato le braccia a noi e al nostro lavoro, e non posso che esserne felice. Ma Angouleme non è stata da meno, ed è stata piena di altre notizie importanti, presto su questi schermi...
TO BE CONTINUED...

4 commenti: