venerdì, aprile 30, 2010

DYLAN E LE TASSE


Se avete letto l'ultimo numero di Dylan Dog vi sarete accorti di quanto terrificante possa essere vivere un incubo senza "mostri", vampiri e demoni. Giovanni (Di Gregorio) scrive una storia che mi ha terrorizzato. Il fisco, le leggi, quando sono malamente applicate dallo Stato possono farti impazzire, possono con estremo facilità distruggere quel difficile e precario stato d'equilibrio che cerchi nella vita per andare avanti. Un errore, un secondo arrivato tardi può distruggerti la vita, può farti sprofondare nell'abisso.
Nella vita di tutti i giorni ci troviamo a combattere con la stupidità , l'ignoranza e l'arroganza. Una mostruosa maschera di quell'odio che anche in Italia oggi sta Dilagando nella gente.
Merita. Questo Dylan merita parecchio... e fa riflettere.

2 commenti:

Il Sole e Le Nuvole ha detto...

Letto, bello. Complimenti a Ghirigoro da parte soprattutto di Ale.

[mr.beast] ha detto...

Grande albo per un gran periodo per Dylan!