mercoledì, dicembre 31, 2008

LE COSE BELLE DEL 2008

MIGLIOR FUMETTO letto nel 2008



MIGLIOR LIBRO letto nel 2008



MIGLIORE SERIE LETTERARIA
letta nel 2008 (dall'1 al 5, mi mancano gli ultimi 2)



MIGLIOR ALBUM del 2008 (e sicuramente per gran parte del 2009)



MIGLIORE E-COMICS del 2008




MIGLIOR FILM del 2008



MIGLIOR GIORNALE D'INFORMAZIONE del 2008

lunedì, dicembre 29, 2008

E SE PER IL 2009...

In parte li ho rispettati, in parte per niente, ma i buoni Propositi del 2007 per il 2008 erano veramente duri. Ma andiamo per ordine:
- Iscrivermi in palestra o in piscina (FATTO)
-Consequenziale alla prima, perdere almeno i 10 kili che ho messo su (FATTO, non sono stati 10 ma 7 si)
-Accorciare la pila di libri che ho in sospeso, in modo che possa permettermi di leggerne altri nel 2008 (FATTO, ma la pila si è ovviamente allungata per gli acquisti fatti nel 2008)
-leggere l'Odissea (Non ricordavo neanche di averla messa nell'elenco)
-Tornare a Barcellona (almeno un paio di volte) (FATTO, e la seconda volta ci ho passato un mese intero)
-Tornare a Valencia, dopo l'Erasmus di 8 anni fa (Non ce l'ho fatta, è ancora dura l'idea di tornarci considerando il fatto che l'erasmus è stato uno dei periodi più belli della mia vita)
-Finire in tempo il libro che sto disegnando e cominciarne un altro. (FATTO)
-Andare a teatro ( ci sono entrato l'altro giorno per vedere la coppa del mondo vale lo stesso?)
-Stare sereno e in salute (questo, fa sempre capo al primo punto) (Ma neanche per sogno, ho mandato a fanculo mezzo mondo)
-Andare più spesso al cinema (credo di esserci andato meno di l'anno scorso purtroppo)
-Comprare una tavola di Bernet, possibilmente di Torpedo (rimane ancora un sogno)
-Conoscere musica che sconosco totalmente (qualche chicca musicale l'ho trovata)
-Girare la Sicilia, sopratutto nelle zone del Ragusano che ancora non ho mai visto. (NON FATTO, ma fin quando non fanno l'autostrada in quelle zone andarci sarà davvero difficile)
-Fare la Costa Iberica in moto (Seeeee e perchè non un miliardo!)
-Comprare l'I-Phone (appena il prezzo sarà più umano) (Regalo di Natale della mia donna è stato l'Ipod Touch, identico all'i-phone ma senza il telefono. Nà figata!)
-Andare a pescare ricci di mare quest'estate, come facevo da piccolo ( Senza Giorgio al mio fianco non mi è stato possibile)

lunedì, dicembre 22, 2008

LETTERINA A BABBO NATALE


Caro Babbo Natale, visto che i nostri politici non fanno niente per cambiare questo paese e io tra un mandarli a fanculo e urlare contro i loro visi in tv, qualche idea l'ho anche pensata. Volevo chiederti se potevi portare tu a Montecitorio i miei consigli. Magari a te ti ascoltano. Tu hai un tuo ruolo istituzionale, sei qualcuno.
Ti dò solo un consiglio, togliti il vestito rosso o Berlusconi penserà che tu sia il nuovo rappresentante della sinistra radicale e potrebbe scagliarti contro La Russa (occhio che morde).
Bene , le mie idee riguardano certe spesucce che la politica fa annualmente e che potrebbero essere tagliate.
LA LISTA:
95 milioni di euro è la cifra che si potrebbe risparmiare in un anno se si abolissero tutti i Senatori della Camera. Era nel programma del centro destra e del centrosinistra. Ma non sembra una priorità. Eppure in periodo di crisi, sarebbe uno scatto verso la salvezza del paese, un risparmio di costi.
115 MILA milioni di euro è il costo delle 107 province Italiane. Abolirle permetterebbe aiuti più concreti alle aziende, alle famiglie con problemi finanziari seri, altro che Social Card, tant è che il lavoro delle Province, potrebbe tranquillamente passare ai Comuni.Anche questo era nel programma di entrambi i partiti, ma hanno dato prevalenza al Lodo Alfano e il taglio alla scuola.
700 milioni di euro all’anno sono i costi dello stato per i finanziamenti ai giornali e
300 milioni di euro sono i finanziamenti ai partiti.
Potrei andare avanti per ore, ma sono convinto che Gasparri mi darebbe del demagogo e Cicchitto ripeterebbe una poesia a memoria tipo "il qualunquismo del comunismo, fa perdere il punto dirigenziale che il governo opta premunirsi per... (Insomma non dice un cazzo, ma sono belle parole). Quindi mi fermo qui.
Potresti anche ricordargli che il paese ha 1.575 MILIARDI di euro di debito pubblico. E che ogni anno i tassi di interesse aumentano?
So che sarà difficile e magari ti prenderanno anche per il culo dicendoti che lo faranno, con noi lo fanno da 14 anni. o magari ti diranno che è colpa del governo precedente, anche questo a noi lo dicono da 14 anni. Probabilmente non caverai un ragno dal buco, ma tentar non nuoce.
Ti ringrazio anticipatamente per l'interessamento.
Un abbraccio

Claudio Stassi

PS: nel caso dovesse andarti male, potresti almeno menare pesantemente Capezzone. Mettilo fuori uso per un bel pò di tempo, giuro che per me sarebbe già un grande regalo.

BUONE FESTE


Sto lavorando un sacco, potrei postare cose nuove, ma per ragioni editoriali non posso.
Questo disegno fa parte di una tavole fatta un sacco di tempo fa, l'ho adattata per l'occasione natalizia.
Fate i bravi e non mangiate troppo.

domenica, dicembre 21, 2008

AL MONTEVERGINI IL COMBOMASTAS' ANNIVERSARY

Oggi alle 17,00 al Nuovo Atelier Montevergini (Piazza Montevergini, 8)a Palermo, all'interno del Combomastas' Anniversary ci sarà una mia presentazione per parlare del mio ultimo lavoro. Tranquilli, non canterò, starò solo a chiaccherare con gli ospiti che parteciperanno all'evento. Non ho idea di come sarà organizzato il mio spazio, ma il posto è molto bello, e poi oggi c'è pure il sole.
A fine serata ci sarà un concerto con varie Band di musica Hip-Hop e non solo. se volete fare un salto, mi trovate lì.

giovedì, dicembre 11, 2008

LA CARTA DEI VAFFANCULO


Ieri carrello alla mano, in fila per pagare la spesa, ho visto per la prima volta la famosa "Social Card". Ora non voglio polemizzare su questa carta, è già tanto quando qualcosa viene data alle fasce più povere, figuriamoci poi da un governo di destra, pochi, maledetti e subito, questi soldi possono servire alle famiglie più povere, quindi la ritengo un bene.
Ieri però mi è sorto un dubbio, c'erano tre persone alla cassa e avevano 4 tessere, la cassiera non si è fatta problemi a passarle e con quelle hanno fatto la spesa. Il dubbio sta nel fatto che la carta NON è nominativa. Cioè non c'è un nome e un cognome sulla carta e quindi può essere usata da tutti. Vivendo nel paese che viviamo dove è facile fare delle truffe e farla franca, non mi stupirebbe se si desse la social card a chi non ha nessun bisogno di questa tessera.Oppure venisse presa e usata da parenti a dispetto di anziani che la ottengono per diritto.
Mentre ragionavo sulla questione, una delle 4 tessere delle tre persone non è stata accettata perchè risultava vuota. Panico,tra le persone in attesa e rabbia dei proprietari della tessera, il tutto moderato da una commessa che ha probabilmente esaurito la sua capacità di autocontrollo di tutta la vita in quella mezz'ora. La tessera non passa, si prova su un'altra cassa, continua a risultare vuota. Alla fine, i tre personaggi con 4 tessere si spostano in un'altra cassa e tirano fuori un American Express per pagare. Ovviamente restiamo tutti con un palmo di naso, a me scappa un vaffanculo e la commessa mi sorride e aggiunge: "e non è la prima volta da quando hanno messo sta tessera".

domenica, dicembre 07, 2008

JOHN DOE 71


JD procede, al momento sono nei tempi prestabiliti. Mi sto divertendo un sacco. La sceneggiatura di Roberto è asciutta, secca e rapida, come piace a me. I neri di china vanno a litri sulle tavole e io godo come pazzo. John è nà carogna e mi piace disegnare le carogne. Ci sono personaggi secondari che non sono mai apparsi e mi sto divertendo a dargli vita. L'ambientazione è un misto tra Loveless e la casa nella prateria e questa fusione mi manda in brodo di giuggiole. Ho chiesto di postare qualcosa mi hanno detto di si. Ecco la prima tavola, appena potrò ne posterò altre.

mercoledì, dicembre 03, 2008

GIPI IN TV

"Dal Blog di Gianni"





"Venerdi 5 dicembre sarò ospite di Daria Bignardi, a "Le invasioni barbariche" programma del canale televisivo "La7".
Sarà una cosa lunga, 20 minuti di intervista."
Sono convinto che sarà una bella chiaccherata che merita d'esser vista. Per chiunque si trovi a casa giorno 5 ecco 20 utili minuti per accendere la tv.

IMPRESSIONI A CALDO



E' andata bene. La presentazione del mio libro "Per questo mi chiamo Giovanni" è andata come speravo. L'emozione era tanta, parlare di Giovanni Falcone, della sua vita e della sua lotta alla mafia con accanto Maria Falcone, mi ha fatto sentire orgoglioso di vivere nella città dove Giovanni viveva e lottava per un domani diverso...Il libro grazie alla FONDAZIONE Giovanni e Francesca Falcone verrà adottato da 110 scuole italiane tra medie ed elementari, e questo spero possa essere d'aiuto a quegli insegnanti di nobili valori, che sui banchi di scuola continuano la lotta di Paolo e Giovanni. Un grazie quindi a Maria e alla sua Fondazione.
Un grazie all'amico Salvo Toscano che mi ha fatto da moderatore all'incontro spendendo splendide parole sul libro. Un grazie a tutti i presenti che sono accorsi numerosi all'incontro e un grazie a Viviana che mi ha seguito in tutta la serata regalandomi questi scatti.Infine un grazie alla libreria Kalhesa per l'ospitalità...
Grazie.

lunedì, dicembre 01, 2008

LA DEMOCRAZIA ROSSA


Sulla rete ci si rimbalza la palla sulla recensione dell'ultimo album dei Guns. C è chi lo distrugge, chi ne esalta le lodi chi si aspettava di più. Io in quale categoria mi trovo ancora non l'ho chiaro. So soltanto che l'album lo sto ascoltando ogni giorno e mentre lavoro mi da la giusta carica. So che lo aspettavo da troppo e che forse anche se avesse scritto dei pezzi Gigi D'Alessio forse mi sarebbe piaciuto lo stesso. Quindi è qui il dubbio: mi piace realmente o l'attesa ha anestetizzato il mio pensiero critico facendomelo piacere lo stesso? Fatto sta che se non lo ascolto mi ronzano nella testa le parole di"Madagascar" e di "Sorry" e quando metto su l'album mi vien parecchia voglia di lavorare. Mi piace molto...ma anche...(alla Crozza che fa Veltroni)