giovedì, dicembre 11, 2008

LA CARTA DEI VAFFANCULO


Ieri carrello alla mano, in fila per pagare la spesa, ho visto per la prima volta la famosa "Social Card". Ora non voglio polemizzare su questa carta, è già tanto quando qualcosa viene data alle fasce più povere, figuriamoci poi da un governo di destra, pochi, maledetti e subito, questi soldi possono servire alle famiglie più povere, quindi la ritengo un bene.
Ieri però mi è sorto un dubbio, c'erano tre persone alla cassa e avevano 4 tessere, la cassiera non si è fatta problemi a passarle e con quelle hanno fatto la spesa. Il dubbio sta nel fatto che la carta NON è nominativa. Cioè non c'è un nome e un cognome sulla carta e quindi può essere usata da tutti. Vivendo nel paese che viviamo dove è facile fare delle truffe e farla franca, non mi stupirebbe se si desse la social card a chi non ha nessun bisogno di questa tessera.Oppure venisse presa e usata da parenti a dispetto di anziani che la ottengono per diritto.
Mentre ragionavo sulla questione, una delle 4 tessere delle tre persone non è stata accettata perchè risultava vuota. Panico,tra le persone in attesa e rabbia dei proprietari della tessera, il tutto moderato da una commessa che ha probabilmente esaurito la sua capacità di autocontrollo di tutta la vita in quella mezz'ora. La tessera non passa, si prova su un'altra cassa, continua a risultare vuota. Alla fine, i tre personaggi con 4 tessere si spostano in un'altra cassa e tirano fuori un American Express per pagare. Ovviamente restiamo tutti con un palmo di naso, a me scappa un vaffanculo e la commessa mi sorride e aggiunge: "e non è la prima volta da quando hanno messo sta tessera".

12 commenti:

Pagas ha detto...

Sono le magagne di queste misure emergenziali, c'è bisogno di ravvivare il fuoco dell'economia, il suo lato più selvaggio e umano:
La ricerca della felicità e la soddisfazione dei nostri desideri.

Il governo vuole elargire elemosine, ma la gente ha bisogno di speranza.

Un saluto
Paolo

Sergio Algozzino ha detto...

ma porca miseria che schifo...

Bongo ha detto...

I ragionamenti della gente restano sempre gli stessi...che merde...

Anonimo ha detto...

Lo sai cosa mi inorridisce di più?che chi vede non parla ,come pretendiamo che le cose cambino........

nerosubianco ha detto...

@Anonimo: se parli per me, mi sa proprio che non mi conosci.....

Capitan Ambù ha detto...

Purtroppo le chiacchere le porta il vento. Chi l'ha votato il nano? Chi ha messo dei dementi mafiosi al governo? Chi è che cura i propri interessi senza pensare agli altri?
L'italiano medio, per cui non c'è nulla di cui sorprendersi.
La soluzione ormai è la fuga, la barca affonda e il capitano è gia sulla scialuppa.
Non so se avete visto Anno Zero un operaio in cassa integrazione che diceva di credere nel suo presidente del consiglio, di averlo votato e di aver ancora fiducia in lui.
Sono troppo intelligente per vivere in Italia ormai.
Tenete sempre aperta una via di fuga.

Capitan Ambù ha detto...

Per anonimo.

Hai ragione, detto da uno che nemmeno si firma poi è veramente una bell'immagine del popolo coraggioso che siamo.

Alisandro ha detto...

Questa città è ormai al limite e ogni volta ke sento cose del genere penso a quanto possa essere bello andarsene, come tutta la brava gente ke vuole vivere una vita lontana da tutto ciò. Il problema è ke se la brava gente se ne va, resta solo la mala (gente). Solo restando possiamo contribuire. L'unica cosa buona ke ho travato per ora qui a palermo è la scuola del fumetto :D

Anonimo ha detto...

no assolutamente tu hai evidenziato il problema sul tuo blog dando voce anche a chi non vede,scusa forse mi sono espressa male,parlo della commessa che secondo me aveva il dovere di chiamare il direttore o una guardia....ma stiamo cherzando......non c'è rispetto per la gente davvero bisognosa

Anonimo ha detto...

io non ho paura di dire chi sono mi presento mi chiamo Patrizia Malvica tu chi sei il capitano di una nave pirata? capitan ambù....

nerosubianco ha detto...

Patrizia ti dò un consiglio, registrati a Bloggher perchè altrimenti spunti come anonimo e sui blog gli anonimi non sono molto amati.... : )
@Fabiano: ne abbiamo parlato tante volte e sai che sono concorde con te al 100%
@Alisandro: peccato i professori vero? : )

Capitan Ambù ha detto...

Cara Patrizia, magari fossi il capitano di una nave pirata, però capisci che quello che scrivi è quello che viene letto.
Non te la prendere ma sono tanti in giro per il blog che dicono la loro senza avere il coraggio di presentarsi, sono felice che non sia una di quelle persone, però permalosetta :-))).
Purtroppo avere una Social medioman card non è illegale, è solo terribile approvare che esista senza dire nulla.
Fuga. Claudio sbrigati ad andare in Spagna che mi racconti come ci si muove e ti raggiungo, insieme a Terry e i pirati ;-).