mercoledì, aprile 18, 2007

IL FUMETTO


Le nomination al Comicon hanno risvegliato in tanti blog discussioni , dubbi e perplessità. C' é chi ha preso le distanze dalla definizione Romanzo Grafico, chi si interroga sul significato e sulla differenza tra romanzo grafico e su fumetto popolare e chi invece proprio non ne concepisce la ragione dell'esistenza del romanzo grafico. Per quanto mi riguarda ritengo il fumetto, FUMETTO! Il termine Romanzo grafico, apparentemente ne esalta il valore, in realtà é solo un modo per definire delle storie che raccontano più uno stato d'animo, un'emozione vissuta o un'esperienza personale . Il romanzo grafico può definirsi una definizione del metodo narrativo, ma é indubbio che il mezzo usato é il FUMETTO. Nella maggior parte dei casi il romanzo grafico racconta delle storie che sono molto vicine agli/ all' autore/i . Un'altro elemento che caratterizza il Romanzo grafico é la sua struttura autoconclusiva. Tutte le storie si chiudono. Il romanzo grafico non ha una continuity.
La grafica usata per il romanzo grafico non deve necessariamente essere "non realistica" (cosa si intende per realistico é un'altro argomento). Ci sono splendidi Romanzi grafici di Eisner che non definirei "non realiastci". E' indubbio che molti di questi romanzi prediligono una certa sintesi nella struttura grafica, ma questo dipende dai casi.
Ogni fumetto ha una storia a se. Storcere il naso su delle cose soltanto perché sono opposte al nostro modo di pensare e di lavorare é arrogante e stupido. Aprire le proprie conoscenze restando sempre nella tettoia della casa chiamata FUMETTO é l'unica giusta soluzione per una esatta valutazione. Bisogna capire che il fumetto é fumetto che un'emozione forte può essere data da un prodotto seriale come da un Romanzo grafico e un Romanzo grafico può farti cagare tanto quanto un prodotto seriale. Bisogna metterci le viscere in entrambi. La storia é l'anima del fumetto e i disegni ne sono il corpo. Se manca una delle due.... abbiamo fatto un terribile aborto!

1 commento:

Melo! ha detto...

e' proprio quello che penso anch'io.