mercoledì, febbraio 07, 2007

ANGOULEME

Continua il mio trasloco, continua la mia assenza nel mondo d'internet. Non sono riscito a parlare ancora d'Angouleme, ci proverò adesso.
Se questa fiera d'Angouleme fosse stata la prima della mia vita, sarei tornato entusiasta e nel scrivere questo post avrei decantato meraviglie e prelibatezze simili al paese dei balocchi nel mondo di Collodi. Ma non è così, questa è la mia quarta Angouleme e purtroppo è stata la peggiore. In che senso? Intanto la location era molto scomoda, dislocata in uno spiazzale ai margini di una radura, lontana dal centro, non c'era lo spazio autori, mancavano moltissimi editor e molti editori. Ho avvertito una affluenza molto bassa del pubblico, probabilmente per l'aumento del prezzo del biglietto. Le mostre e gli incontri, praticamente impossibili da vedere, dislocati a chilometri di distanza l'una dall'altra e inarrivabili il primo giorno per le strade completamente ghicciate.
Professionalemte è andata ok, ho infatti avuto conferma per il 2 di UN da Le Lombard e mi hanno confermato anche la data d'uscita del 1 (Agosto). I Becchigialli mi hanno detto dell'interesse per Brancaccio da parte di alcuni editori, aspettiamo adesso che si facciano vivi.
A livello di divertimento è stato splendido. Con Stefano, Gianluca, Francesco e Giovanni abbiamo bighellonato e ci siamo strafogati dalla colazione alla cena. Il dopocena era spesso diviso con Ausonia, Hassman e Viglioglia. Una sera abbiamo fatto le 3 disegnando e chiaccherando di tutto. Bella serata.
L'ultimo giorno ho rivisto il Maurizio Di Vincenzo Nazionale che mi ha presentato Marco Soldi e con il quale ci siamo fatti un pomeriggio di chiacchera fumettistica italiana e francese. Insomma tutto alla fine si è messo nel migliore dei modi.
Poi io e Gianluca ci siamo messi in viaggio per il ritorno, mancava poco e perdevamo il volo da Parigi per la Sicilia. A Gianluca hanno sequestrato tutte le creme e i deodoranti che aveva in valigia, per motivi di ordine pubblico contro il terrorismo, però gli hanno lasciato la lama di rasoio (quella che usano i barbieri) completa di lama da 6 centimetri. Che coglioni!

3 commenti:

s.tef ha detto...

è vero, il tempo è volato via e non siamo riusciti a vedere praticamente un caz...

ma grazie a te e ai ragazzi questa Angoul^(dove caz.. ma dovemi.. ma non si può mettere il circonflesso?!?!)ème è stata un vero spasso! e ora possiamo partire alla conquista del vecchio continente!!!

Bruno ha detto...

Invidia, invidia, invidia!
Tutto cio' accresce il mio rammarico per non esserci potuto andare nemmeno quest'anno.
Anche se, come dici tu, questa non è stata la migliore delle edizioni.
:-)

Alex "AxL" Massacci ha detto...

ciao claudio, cironzolando ho trovato il tuo blog...c siamo conosciuti velocemente allo stand Pavesio...lieto d reincontrarti anche qua ;)

P.S. tristissima verità quanto hai scritto sulla angouleme d quest'anno...'na schifezz